L'angolo dei film: Sette spose per sette fratelli

lunedì, dicembre 12, 2016


Il titolo originale è Seven brides for sever brothers ed è un film del 1954 diretto da Stanley Donen con protagonisti Jane Powell e Howard Keel.
Trailer originale:
La trama in breve: Oregorn 1850, Adamo Pontipee il maggiore di 7 fratelli scende dalle montagne per andare a trovare una moglie al villaggio. Qui conosce e si innamora di Milly una fanciulla che lavora alla locanda del paese e che non è spaventata dal lavoro. Si sposano subito ma Adamo omette di dire a Milly che nella casa in cui la sta portando vivono insieme a lui i suoi 6 "selvatici" fratelli. Fatta l'amara scoperta Milly è ferita per essere stata considerata alla stregua di una serva ma grattando sotto la superficie scopre dei bravi ragazzi ai quale insegna come corteggiare le ragazze. In occasione di una festa al villaggio i 6 ragazzi conoscono altrettante amiche di Milly e si innamorano. Così prendendo spunto dall'episodio di età romana del "Ratto delle Sabine" decidono di rapirle per portarle tra i monti. 
Alcune scene del film
Foto promozionali del film
Si tratta della trasposizione del racconto breve "Sobbin' Women" pubblicato nel 1938 da Stephen Vincent Benet su Argosy, una rilettura in chiave parodistica dell'episodio noto come Il ratto delle Sabine. Secondo il racconto che Plutarco fa della vita di Romolo siccome le donne a Roma scarseggiavano si organizzò una serie di giochi per attirare uomini dei popoli vicini (tra cui i Sabini) e distrarli mentre venivano rapite le loro mogli. Quando poi i Sabini tornarono armati per salvare le donne queste ultime chiesero di essere lasciate lì perchè si erano affezionate ai romani. Benet trasferisce la storia sul confine dell'Oregon nel 1850 e al posto dei romani mette 7 fratelli boscaioli.
Ad avere l'idea di realizzarne un film è il produttore Jack Cummins, nipote di Louis B. Mayer (da poco scalzato da Dore Shary diventato il nuovo capo della M.G.M.). Il regista di Broadway ha acquistato i diritti per la storia di Benet 5 anni prima senza aver fatto progressi così la M.G.M. li ha rilevati.
Cummings inizia subito a costruire la squadra per il progetto: per la sceneggiatura incarica Albert Hackett e Frances Goodrich (marito e moglie) e Dorothy Kingsley; affida la regia al 27enne Stanley Donen (il wunderkind - bambino prodigio della M.G.M.), che ha all'attivo successi come Sua altezza si sposa, Un giorno a New York e Cantando sotto la pioggia.
La M.G.M. nello stesso momento sta producendo un altro musical, Brigadoon che considera il suo cavallo di punta con Gene Kelly e Cyd Chariss, mentre considera il film di Donen di "serie B".
Quando il regista chiede di poter girare il film nelle vere location e per sfruttare al meglio il potenziale di tutte e quattro le stagioni vorrebbe girarlo in 1 anno, di tutta risposta la M.G.M. gli dimezza il budget (incrementando ulteriormente quello di Brigadoon), costringendolo a girare nei teatri di posa degli Studios e riduce drasticamente i tempi per le riprese.
Inoltre si decide di realizzare il film nel nuovo formato, il Cinemascope, ma poichè non sono molte le sale cinematografiche in grado di trasmetterlo in quel formato così ampio vengono girate due versioni del film, una nel formato standard e una in Cinemascope (lavoro enorme e costoso, che peraltro sarà inutile in quanto non verrà mai trasmesso nel formato standard).
A causa del budget ridotto il regista deve ricorrere a molti compromessi sul fronte estetico, ad esempio la scena della canzone "Wonderful Day" non è girata in mezzo alle montagne ma il paesaggio alle spalle della Powell è un telo dipinto. Per dare un effetto più realistico della natura il regista decide di far volare degli uccellini sullo sfondo: essendo storditi perchè vengono letteralmente lanciati fuori dalle gabbie, gli uccellini vanno a sbattere contro il telo (è un blooper che si può notare guardando attentamente il film).
La casa di produzione non intende spendere soldi nemmeno per comporre musica originale per questo film perchè vuole usare canzoni del folklore americano per i numeri musicali. Il regista inizia una dura battaglia con lo Studio che alla fine gli concede Johnny Mercer (uno dei migliori parolieri dell'epoca che nel 1961 scriverà Moon River per Colazione da Tiffany) e Gene de Paul, insieme al compositore e direttore d'orchestra  Adolph Deutsch che ha realizzato la colonna sonora di Piccole donne del '49 di cui ho parlato qui, Il padre della sposa, e che nel '59 e '60 collaborerà con Billy Wilder per A qualcuno piace caldo (di cui ho parlato qui) e L'appartamento e Saul Chaplin compositore di Un americano a Parigi per il quale ha vinto l'Oscar (e che lo vincerà oltre che per Sette spose per sette fratelli anche per West Side Story).
Fin dal principio il regista vuole il famoso coreografo Michael Kidd, ma lo stesso Kidd e lo Studio non credono che i sette rozzi boscaioli possano fare dei numeri di danza in modo credibile, inoltre Kidd è stremato dal suo ultimo show di Broadway e non se la sente. Donen del canto suo non accetta un no come risposta e dopo aver sentito le canzoni del film Kidd si convince.
Per la parte di Adamo viene scelto l'attore e cantante della M.G.M. Howard Keel, che grazie alla prestanza fisica (è alto 1 metro e 93 cm), un sorriso smagliante e una calda voce da baritono, è stato protagonista in diversi musical come Anna prendei il fucile, Show Boat, Non sparare baciami con Doris Day e Baciami Kate. Keel in un'intervista dichiarerà di aver smesso di fumare durante la lavorazione del film per prendere quel paio di chili che servivano per il ruolo.
Per il ruolo della protagonista femminile Milly viene scelta una delle attrici della scuderia della M.G.M. dal 1946, Jane Powell, disintasi nei musical da quando viene chiamata a rimpiazzare Judy Garland in Sua altezza si sposa insieme a Fred Astaire.
Per i sei fratelli Pontipee il regista e il coreografo vorrebbero 6 bravissimi ballerini ma la M.G.M. vuole far lavorare alcuni attori che ha sotto contratto perciò propone di usare 2 attori e quattro ballerini. Per distinguere i Pontipee dagli altri ragazzi del villaggio si decide che abbiano tutti i capelli rossi, e che siano diversi tra loro, ognuno con una propria personalità precisa.
Beniamino è interpretato da Jeff Richards, ex giocatore professionista di Baseball ora attore della scuderia della M.G.M., viene scelto per il suo fisico atletico e la sua bellezza fisica, anche se non essendo un ballerino viene spesso e volentieri relegato in un angolo o sullo sfondo durante i numeri di danza (il che si ripercuoterà anche sulla sua partner che sarà quella che ballerà di meno).
A interpretare Caleb è Matt Mattox, un ballerino classico apparso in molti musical a Broadway e Hollywood, che nel canto viene doppiato da Bill Lee.
Daniele è Marc Platt, ballerino professionista del Ballet Russe, che ha interpretato il musical Oklahoma! sia a Broadway che a Hollywood nella versione filmica.
Ephrain è interpretato da Jacques d'Amboise, uno dei ballerini principali del New York City Ballet, che ottiene dal direttore della compagnia George Balanchine un permesso speciale per girare il film (anche se viene richiamato prima della fine del film e in alcune scene non compare o è di spalle sostituito da un altro attore).
A vestire i panni di Filidoro (detto Fil) è Tommy Rall, ballerino e cantante apparso a Broadway e in diversi musical al cinema (sarà anche in Funny Girl il partner di Barbra Streisand nella parodia del Lago dei cigni).
Ultimo ma non per importanza è Gedeone interpretato da Russ Tamblyn attore della M.G.M. già apparso nel film Il padre della sposa del 1950 accanto a Spencer Tracy ed Elizabeth Taylor e che sarà nel '57 in I peccatori di Peyton (di cui ho parlato qui) e nel '61 in West Side Story. Viene scelto per le sue doti di acrobata, è infatti lui a fare le acrobazie più difficili nelle coreografie.
Invece le sei "spose", sono tutte ballerine doppiate nel canto tranne una.
Dora è interpretata da Julie Newmeyer (nota in futuro con il cognome Newmar), una ballerina classica che nel film è doppiata da Betty Allen. Essendo il suo partner sulla scena Jeff Richards che non sapeva ballare, Julie non può esprimere al meglio le sue doti come ballerina.  La vedremo nella versione televisiva degli anni '60 di Batman nei panni di Catwoman e a teatro nel musical che le farà vincere un Tony Award The Marriage go Round insieme a Claudette Colbert.   
Rita è interpretata da Ruta Lee un'attrice canadese di origini lituane al suo debutto che nel canto viene doppiata da Betty Noyes. Tre anni dopo apparirà in Cenerentola a Parigi insieme ad Audrey Hepburn e Fred Astaire.
Martha è Norma Doggett sulla scena di Broadway dagli anni '40, nel film è doppiata nel canto da Bobby Canvin. 
Lisa è Virginia Gibson, cantante e ballerina giovane stella della Warner Bros che diventerà una presenza fissa al Johnny Carson show.  Ritroverà la collega Ruta Lee in Cenerentola a Parigi, e nel '57 riceverà una nomination per il Tony Award grazie al musical di Broadway Happy hunting.
Sara è Betty Carr, un'altra veterana di Broadway, nel film è doppiata nel canto da Norma Zimmer. 
La ragazza più giovane è Alice e a vestirne i panni è Nancy Kilgas che esordisce proprio con questo film, nel canto è doppiata da Marie Greene.  

Per i costumi viene scelto Walter Plunkett, costumista tra le altre cose di Via col vento, che realizza con particolare cura quelli delle ragazze. Nella storia essendo un avvenimento imprevisto l'arrivo delle ragazze al rifugio gli abiti delle ragazze devono essere realizzati con delle trapunte presenti nella casa, pertanto il costumista si reca all'Esercito della Salvezza e compra diverse trapunte antiche che trasforma in abiti.
I bozzetti originali di Walter Plunkett e la gonna di Milly fatta con le trapunte
Le riprese iniziano nel novembre del '53 e terminano il 2 febbraio del '54 dopo soli 48 giorni.
La famosa scena di costruzione del fienile con la complessa coreografia viene girata in 3 giorni e richiede 3 settimane di prove, durante le quali Russ Tamblyn (Gedeone) e Tommy Rall (Fil) si sfidano continuamente a chi fa i salti più difficili e quest'ultimo cade dalle travi sulle quali sta provando e si ferisce la gamba anche se non in modo grave.
Sul set il clima è molto spensierato, gli attori vanno tutti d'accordo e si fanno scherzi continuamente: si nascondono fiammiferi nelle scarpe e mettono secchi pieni d'acqua sulle porte per inzuppare i malcapitati che ci passano sotto.
Foto sul set

Durante la lavorazione il direttore del reparto della pubblicità per la M.G.M., Howard Dietz, decide di cambiare il titolo "Sobbin' Women" che letteralmente significa "Donne che piangono" e che teme non attiri nessuno, così propone inizialmente "Una sposa per sette fratelli" ma la censura glielo fa cambiare perchè considerato troppo allusivo, ed è così che si arriva al definitivo Sette spose per sette fratelli.
La censura fa sentire la propria voce anche in merito alla canzone "Lonesome Polecat" che mostra i sei fratelli depressi perchè sentono la mancanza delle ragazze conosciute alla festa. Nello specifico ad essere mira dei censori è la frase "A man can't sleep when he sleep with sheeps" - Un uomo non può dormire se lo fa con le pecore. Joseph Breen nella sua circolare la definisce "un'allusione molto offensiva sugli uomini e le pecore" e ordina al regista di rimuovere le pecore dalla scena per poter mantenere il testo inalterato.
La Premiere del film si tiene il 15 luglio a Houston in Texas ed ed è subito un successo, al punto che il 22 luglio viene proiettato al Radio city music hall di New York al posto di Brigadoon, stabilendo un record per la presenza più lunga. Il film è costato 2 milioni e 539 mila dollari e ne ha guadagnati 4.
Sette spose per sette fratelli si presenta alla Cerimonia degli Oscar del 1955 con 5 nomination: Miglior film, Miglior montaggio, Miglior fotografia, Miglior sceneggiatura e Migliore colonna sonora, vincendo in quest'ultima categoria. 

QUOTES:
Adamo: Non avreste anche una donna disponibile? Cerco moglie.
Sig. Bixby: Ahahahah! Avete preferenze?
Adamo: Bè si. Meglio se è vedova e con voglia di lavorare. Siamo in sette, io e sei fratelli. La casa è un porcile, mangiamo come cani e allora mi sono deciso. Approfitto della mia discesa in città per trovarmi una moglie.
Sig.ra Bixby: Ma senti se sono cose da dirsi. Credete di poter comprare una moglie come se fosse un sacco di fagioli?
Adamo: Oh no signora non intendevo questo
Sig.ra Bixby: Bè non vi illudete. Nessuna delle nostre ragazze è disposta a venire con voi tra i monti a cucinare, sfacchinare come una schiava per sette barbari tagliaboschi.
Sig. Bixby: Qui c'è una femmina ogni 10 maschi.
Adamo: Non ci sono zitelle qui? (Entrano 4 ragazze) E queste qui?
Sig. Bixby: Niente da fare.
Adamo: Sposate?
Sig. Bixby: Solo fidanzate.
Adamo: Ah solo fidanzate? Mi ero spaventato.
Sig. Bixby: Vi dico che sono già promesse.
Adamo: Ah le donne spesso cambiano idea.
Sig.ra Bixby: E' inutile tanto non la troverete una donna disposta a sposarvi.
Adamo: Riesco a fare sempre una cosa se voglio, si tratti di zappare due ettari in un giorno o di abbattere un albero senza staccare un ramo. Oggi voglio prendere moglie e non andrò via a mani vuote. Siete tutte giovani e graziose, vi terrò presente. Ma non voglio decidere niente se non le ho viste tutte.

Adamo: Mi chiamo Adamo Pontipee.
Milly: Strano nome devo dire.
Adamo: Abito tra i monti, in una fattoria. Terra buona, con casa e tutto. Ho un bosco, un grande pascolo, capre, vacche, 30 ettari a grano... Una cosa non ho: non ho una donna. Sareste disposta?
Milly: Disposta a che?
Adamo: Disposta a sposarmi. Ah lo so che vado veloce. In circostanze diverse vi avrei adocchiato in chiesa, e dopo 6 mesi vi avrei chiesto di accompagnarvi. Poi per due anni sarei venuto a trovarvi tutti i venerdì sera e finalmente vi avrei chiesto di sposarmi. Ma io non ho tempo, stasera sarò di nuovo tra i monti e solo tra 5 mesi sarò di nuovo qui a portare il grano. Vorreste farmi aspettare 5 mesi solo per orgoglio?
Milly: Ma devo finir di mungere.
Adamo: L'ho capito con un'occhiata che eri fatta per me.

Caleb: Ehi ragazzi ce l'ha fatta, si è sposato.
Adamo: Questi sono i miei fratelli.
Milly: Salve cognati. Non mi hai parlato di fratelli.
Adamo: Bè con tante cose mi è uscito di mente.
Milly: Vivete qui intorno voi?
Caleb: Non intorno, qui.
Adamo: Questa è la casa.
Milly: Che stanza bella e grande.
Adamo: Bè occorre metterla in ordine ma ora ci sei tu.
Milly: Ci vorrà un po' prima che impari il nome di ciascuno.
Adamo: Aiutati con l' ABC. Adamo, Beniamino, Caleb, Daniele, Ephrain, Fil e Gedeone.
Milly: Sono tutti bei nomi, e biblici.
Adamo: Fu un'idea di mamma, e invece fu papà a volerli in ordine alfabetico.
Milly: Fil è biblico?
Beniamino: Non c'era nessuna F nella Bibbia così mamma lo chiamò Filidoro perchè aveva i boccoli biondi.
Adamo: Questo è il lavatoio, siamo un po' trasandati quindi c'è molto da lavare e rammendare, ma adesso
che ci sono io.

Milly: Per fermare una ragazza bisogna anzitutto saperle parlare. Ora vi mostro. Sono una ragazza e sto uscendo di chiesa. Vi togliete il cappello, poi vi rivolgete a lei con una frase gentile. Gedeone, dì una cosa carina.
Gedeone: Tempo ideale per i fagioli.
(Adamo ride.) Milly: Vattene via, tu.
Adamo: Sbatti la testa contro il muro Milly, non diventeranno mai dei damerini.
Milly: Non gli date retta ve la caverete benissimo. Agite con calma, da gentiluomini, dimostrando che conoscete l'etichetta.
Gedeone: L'eti... che?
Milly: Quella che vi ho insegnato a tavola. Incontrando una ragazza non afferratela come fosse una frittella. Datevi contegno, offritele il braccio. Se restate soli con lei siate galanti, cercate di conquistarla.

Adamo: Cosa ti succede, hai preso un pugno nello stomaco?
Gedeone: No stavo così anche prima della rissa, da quando ho visto Alice. Dici che quello che sento è amore?
Adamo:  L'amore è come il morbillo. Capita una volta nella vita e più si è grandi e più e violento.

Adamo: Quanto vorrei che poteste vedervi. Sembrate una mandria di vitelli in amore. Se ci tenete tanto a quelle ragazze, muovetevi. sposatele.
Gedeone: Si certo le sposiamo, facile a dirsi.
Beniamino: Non ce lo permetterebbero neanche tra cento anni.
Adamo: Fate come i Romani con le Sibilline, o Sabine o come diavolo si chiamavano. I Romani erano nelle vostre condizioni, colonizzavano nuove terre, le donne erano scarse come qui e giù in città c'erano le Sabine. I Romani che fanno? Vanno a prenderle e se le portano via. Se non siete all'altezza di quei Romani non siete più miei fratelli. Certo oggi sono tempi in cui si ha timor di Dio, dovrete rapire anche un Pastore.

Adamo: Non farla così tragica Milly, tutto si sistemerà, troveremo il modo di far venire il Pastore.
Milly: E credi che le ragazze li sposerebbero ora? Solo perchè è stato facile per te avermi che non hai neppure dovuto farmi la corte credi che questa sia la regola. Ti ho detto di sì perchè mi sono innamorata dal primo istante che ti ho veduto e credevo fosse lo stesso per te.
CLIP:
Adamo cerca moglie

Wonderful day

Imparare a far la corte

Conquistare le ragazze

La costruzione del fienile

Solitudine

Il ratto delle Sabine

Sposarsi a giugno

Il passare delle stagioni


You Might Also Like

4 commenti

  1. Ho guardato tante volte questo film con mia mamma e mia sorella che sapevo (o forse so ancora) delle battute a memoria! Ricordo anche che l'attore che interpreta Gedeone (il fratello più giovane e carino) ha partecipato ad un episodio del telefilm Saranno Famosi, mi pare interpretando proprio se stesso (e se non ricordo male nel telefilm gli attori ad un certo punto rivedono qualche scena del film Sette Spose per Sette Fratelli in cui lui recita da giovane). Elisa

    RispondiElimina
  2. Elisa mi ha fatto un sacco piacere il tuo commento. Anche io lo so quasi tutto a memoria perchè da piccola mettevo su la videocassetta mentre giocavo perchè adoravo le musiche. Non sapevo Russ Tamblyn fosse stato guest star nella serie Saranno famosi (Fame), grazie per avermelo detto!

    RispondiElimina
  3. Ahhh uno dei miei film prferiti da piccola e uno dei primi musical che ho visto insieme a The sound of music! Mi ricordo che mi emozionavano le musiche, le danze e i colori degli abiti!
    Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per il commento. Concordo in pieno con te, gli abiti e le musiche sono qualcosa di unico!

      Elimina