L'Angolo dei film: Un Amore Splendido

martedì, giugno 07, 2016

E' arrivato il momento di parlare di una delle più famose storie d'amore mai raccontate a Hollywood, da molti considerata la più romantica in assoluto, con un sapiente mix di commedia sofisticata e grandi sentimenti. Un film che amo tantissimo sia per la presenza del meraviglioso Cary Grant ma soprattutto per la storia commuovente il cui finale puntualmente è in grado di strapparmi fiumi di lacrime. 

Un Amore Splendido

Il titolo originale è An affair to remember ed è un film del 1957 diretto da Leo McCarey e interpretato da Cary Grant e Deborah Kerr.
Trailer originale:

La trama in breve: Nick Ferrante è un playboy incallito (nonchè artista saltuario) che dall’Europa deve recarsi a New York per raggiungere la propria fidanzata, una ricca ereditiera di nome Lois Clark. A bordo del transatlantico su cui viaggia incontra Terry McKay, un ex cantante di nightclub fidanzata con un uomo d’affari. I due si innamorano ma decidono di comune accordo di incontrarsi dopo 6 mesi per essere sicuri del sentimento che provano e si danno appuntamento sulla cima dell’Empire State Building. Ma qualcosa di inaspettato cambia il corso degli eventi.

Alcune scene del film
Foto promozionali del film
Il film è il remake della pellicola del 1939 intitolata Un grande amore (A love affair) diretta dallo stesso regista Leo McCarey con protagonisti l'attrice soprano Irene Dunne e Charles Boyer, presentatosi agli Oscar con ben 5 Nomination, anche se sfortunatamente per loro quello era stato l'anno in cui aveva vinto tutto Via col vento.

Per il ruolo del dongiovanni Nickie Ferrante il regista non ha dubbi e vuole Cary Grant, il signore della commedia sofisticata, non solo bello ma affascinante e carismatico. McCarey offre a Grant la parte del protagonista perchè intende espandere le scene comiche nella prima metà del film e sebbene   Grant sia titubante sul ricoprire un ruolo interpretato magistralmente da Boyer, accetta in segno di riconoscenza al regista che aveva contribuito a renderlo una star nel 1937 col film L'orribile verità. Cary Grant inoltre aveva conosciuto sua moglie Betsy Drake in circostanze molto simili alla storia narrata, infatti si erano innamorati a bordo della nave Queen Mary. Lui l'aveva vista esibirsi in un teatro londinese nell'estate del '49 ed era rimasto molto colpito, ma il loro primo incontro avvenne proprio a bordo della famosa nave che li avrebbe riportati in America.


Per la parte di Terry il regista avrebbe voluto Ingrid Bergman, con la quale Grant aveva già lavorato nel film di Hitchcock del '46 Notorious l'amante perduta, ma l'attrice si trova in Italia insieme a Roberto Rossellini e non vuole allontanarsi (avrà occasione però di girare un film con Cary Grant nel '58, Indiscreto). Viene considerata anche Doris Day ma poi la scelta ricade sull'attrice inglese Deborah Kerr, che al suo attivo ha già ruoli in film importanti come in Quo Vadiz del '51 insieme a Peter Ustinov, e nel '53 sia in Giulio Cesare dove è accanto a Marlon Brando che Da qui all'eternità film con un cast stellare che comprende Burt Lancaster, Frank Sinatra, Donna Reed e Montgomery Clift e nel '56 è stata protagonista insieme a Yul Brynner del musical Il re ed io. La Kerr inoltre ha già recitato insieme a Cary Grant nel '53 nel film La sposa sognata e sarà di nuovo insieme a lui nel '60 nel film L'erba del vicino è sempre più verde. Con Un amore splendido e l'altro film realizzato nello stesso anno L'anima e la carne, Deborah Kerr diventa l'attrice più richiesta a Hollywood. Deborah Kerr in questo film interpreta Terry McKay, personaggio precedentemente interpretato dall'attrice Irene Dunne nella versione originale del film del '39; nel '56 la Kerr aveva vestito i panni di Anna Leonowens in Il re ed io, ruolo che nel '46 era stato ricoperto sempre da Irene Dunne nella versione in bianco e nero Anna e il re del Siam. Per doppiare l'attrice nel canto viene richiamata Marni Nixon che l'aveva già doppiata in Il re ed io, e che nel 1961 doppierà Natalie Wood in West side story, oltre che a Audrey Hepburn in My fair lady (qui il post che ho scritto su questo film).

Per la parte della nonna di Nickie viene chiamata Cathleen Nesbitt, attrice di cinema ma soprattutto di teatro. La Nesbitt aveva vestito i panni nel '51 dell'eccentrica zia Alica in Gigi accanto all'esordiente Audrey Hepburn (del film ho parlato qui), nel '53 della signora Larrabee, madre dei fratelli Linus e David in Sabrina (qui trovate il post che ho scritto su questo film con Audrey Hepburn e Humphrey Bogart) e infine è la Signora Higgins nella produzione originale di My Fair Lady a New York nel '56 accanto a Rex Harrison, Julie Andrews e Stanley Holloway. Curiosamente l'attrice che interpreta la nonna di Cary Grant in realtà ha solo 15 anni più di lui.


Il 28 febbraio iniziano ufficialmente le riprese, anche se Cary Grant, professionista pignolo quale era, fa subito notare alla produzione come i bottoni delle divise dell'equipaggio della nave siano diversi da quelli della Queen Mary, e alla replica del regista che tanto nessuno se ne sarebbe accorto, Grant risponde con un semplice quanto efficace "Me ne accorgerei io". Risultato: i bottoni vengono cambiati con delle copie identiche agli originali. 
Grant sul set è frustrato perchè sebbene sia sposato con Betsy Drake, l'anno prima sul set del film Orgoglio e Passione si innamora follemente dell'attrice italiana Sophia Loren, che però rifiuta la sua corte per sposarsi col produttore Carlo Ponti (anche se poi il matrimonio viene annullato perchè l'uomo è ancora sposato con la moglie precedente, quindi viene accusato di bigamia e i due non possono risposarsi fino al divorzio ottenuto nel '65). Durante la lavorazione del film, la moglie di Grant Betsy Drake (qui il post che ho scritto sul film che hanno girato insieme) lo convince a smettere di fumare sottoponendosi a delle sedute di ipnosi: l'attore infatti fumava 60 sigarette al giorno. Dopo questo periodo l'attore continuerà a fumare qualche sigaretta ogni tanto.
L'unica in grado di saper tirare su di morale Grant è Deborah Kerr: insieme hanno una bellissima chimica durante le riprese (nonostante la differenza di età, infatti Grant ha 53 anni e Deborah ne ha 35), tant'è che molte delle brillanti battute nei dialoghi tra Grant e la Kerr sono state improvvisate.
 
La colonna sonora del film e nello specifico il tema principale "An Affair to Remember" interpretata da Vic Damone diventa subito una hit rimanendo in classifica per 16 settimane. La canzone diventa un classico reinterpretato da molti volti noti della musica internazionale: Nat King Cole, Frank Sinatra e Barbra Streisand per dirne alcuni.
I costumi sono realizzati da Charles Le Maire, lo stesso costumista che ha collaborato al guardaroba dei film Quando la moglie è in vacanza e Papà Gambalunga del '55, Il re ed io del '56, I peccatori di Peyton del '57 e La lunga estate calda del '58.

I costumi di Deborah Kerr

Le riprese degli interni vengono effettuate nello Studio 8 della 20 Century Fox a Los Angeles, mentre gli esterni sono stati fatti a New York City e nel Sud della Francia, e nello specifico la Costa Azzurra e Villefranche-sur-Mer.
Villefranche-sur-Mer (nel film e dal vivo) e l'Empire State Building di New York City.
La nave usata per il film è la S.S. Constitution, la stessa che nel '56 ha portato l'attrice Grace Kelly da New York a Monaco dove ha sposato il principe Ranieri. Il 2 luglio del '57 la Premiere del film si tiene proprio a bordo della nave giunta appositamente a New York ed è stato ripreso nel cinegiornale l'arrivo di alcune celebrità che hanno partecipato all'evento come Shelley Winters, Celeste Holm, Anthony Franciosa e Fernando Lamas.
Il film è stato un grande successo al botteghino, guadagnando 3,85 milioni di dollari (a fronte dei 2 milioni di budget spesi per realizzarlo).

Nel 1994 viene realizzato un remake con Warren Beatty e Annette Bening (realmente sposati nella vita), con Katharine Hepburn nei panni dell'anziana zia (sua ultima apparizione in un film) dal titolo Love affair - Un grande amore, che però non ottenne molto successo. Inoltre sono stati fatti riferimenti a questo film in diversi altri film e serie tv come per esempio nel film del '93 Insonnia d'amore con Tom Hanks e Meg Ryan (dopo l'uscita questo film i videonoleggi furono presi d'assalto per le copie del film con Cary Grant), in telefilm come Gossip girl, Una mamma per amica e 30 Rock.

QUOTES:
Terry: Quando era piccolo, cosa le leggeva la sera a letto la governante?
Nickie: Aspetti...
Terry: Le memorie di Casanova?
Nickie: Tutte le sere. E poi si spegneva la luce.

Terry: Donne. Ne ha conosciuta qualcuna vero?
Nickie: Non lo so.
Terry: Forse qualcuna non è la parola adatta.
Nickie: Bè diciamo che non è precisa.
Terry: E immagino tutte pazzamente innamorate di lei. Ma par non abbia un buon ricordo di loro. Terry: Però è sempre stato molto giusto nei suoi giudizi.
Nickie: Si sempre più che giusto. Io le idealizzo. Ognuna che incontro la metto su un piedistallo. Ma più la conosco e più scende giù.
Terry: E' difficile tenerle lassù. Ben presto il piedistallo oscilla, e poi crolla.
Nickie: Eh... c'est la vie... eccettera eccetera.

Nickie: Adesso mangio ad un tavolo singolo.
Terry: Si anch'io..
Nickie: Non è un peccato? Dopo la deliziosa cena insieme di ieri sera
[alcune donne si avvicinano per origliare]
Terry: Lei parla il sanscrito?
Nickie: Correntemente.
Terry: Come si dice "andiamo via di qui"?

Terry: Ha un angolo di cielo qui.
Janou: Grazie.
Terry: Io credo che potrei stare qui per sempre.
Janou: Oh no, no, no. E' troppo giovane per questo cara. Questo è un posto buono per vivere di ricordi, ma lei ha ancora da crearli i suoi ricordi.

Terry: Quante cose belle qui.
Janou: Si mio marito era un gran collezionista, amava le cose belle. Dovrei avere una governante ma sono sopravvissuta a due e sono ormai troppo in là per tirarmene su un'altra. E poi io dico francamente, avevo in programma di vivere solo fino a 80 anni, ora ne ho 82 e se insisto nel vivere dovrò cominciare a risparmiare soldi per la vecchiaia.

Terry: Dirigiamo verso acque difficili.
Nickie: Grazie, ma abbiamo cambiato rotta oggi

Terry: Perchè non può essere sempre così.
Nickie: Ho parlato con il comandante, niente da fare.
Terry: No?
Nickie: No. Dice che non può voltare la nave. E' stato comprensivo ma ha detto che quasi tutti vogliono arrivare. Che sciocchezze.

Terry: L'inverno deve essere freddo per chi non ha il calore di qualche ricordo. E a noi è già mancata la primavera.
Nickie: Si. Forse per me è l'ultima occasione.
Terry: Anche per me.
Nickie: O adesso o mai.
Terry: Mai è una parola che spaventa.
Nickie: Saremmo pazzi a lasciarci scappare la felicità.
Terry: E solo perchè non hai mai...
Nickie: Mai lavorato? Non è escluso che cominci. Supponi che io... sai ci vorrà del tempo. Se lavorassi forte per un lungo periodo, diciamo 6 mesi, dove saresti tu?
Terry: Che stai cercando di dire Nickie?
Nickie: Io voglio solo essere degno di chiederti di sposarmi.

Nickie: (legge il biglietto) Amore mio, hai un appuntamento con me il primo luglio alle cinque. Si ma non dice dove?
Terry: Non lo so, decidi tu e io obbedirò?
Nickie: La cima dell'Empire State Building?
Terry: Oh si perfetto. E' la cosa più vicina al cielo che abbiamo a New York.
[la promessa di Nickie e Terry si trova esattamente a metà del film, al minuto 59 e 30 secondi, di un film che dura 119 minuti]

Nickie: Perchè non me lo hai detto. Se doveva accadere ad uno di noi, perchè dovevi essere tu?
Terry: La colpa è stata soltanto mia. Io stavo guardando in su, era la cosa più vicina al cielo, e tu eri là.

CLIP:

Nickie Ferrante
  
 La nonna di Nickie
 
An affair to remember


Finale
[L'attore Cary Grant ha dichiarato in più di un'occasione che la scena finale del film lo fa sempre commuovere]

You Might Also Like

0 commenti