Full-Immersion: Paul Newman pt.1 i film con la moglie Joanne Woodward

martedì, marzo 22, 2016

Se dovessi stilare una top 3 con gli attori più belli della vecchia Hollywood, prima di Rock Hudson e Cary Grant ci sarebbe senza dubbio Paul Newman. Oltre ad avere dei bellissimi lineamenti (e occhi azzurri da sogno) nonchè un fisico atletico, è stato un bravissimo attore, convincente sia nei ruoli più drammatici ma anche nelle commedie brillanti, ha avuto una vita sempre molto discreta, il che non gli ha impedito di fare tantissima beneficenza (è uno dei più generosi in assoluto).
Scrivendo il post sui Grandi amori di Hollywood (che trovate qui) ho potuto conoscere i film che Paul ha girato insieme alla moglie Joanne Woodward, con la quale è stato sposato per ben 50 anni, e solo la morte di lui nel 2008 li ha potuti separare. Così, mossa dall curiosità di vedere come due attori che fossero davvero innamorati e sposati nella vita, lo potessero essere in un film, ho individuato e visto tre film. Devo dire che sono davvero rimasta rapita dalla loro sintonia, dal carisma magnetico di lui e dalla sfrenata comicità di lei.

La full immersion sarà divisa in due parti, in questa prima ci saranno i film insieme alla moglie Joanne, mentre nella seconda parte (che trovate qui) parlerò di alcuni suoi film con altre protagoniste femminili come le bellissime Elizabeth Taylor e Lauren Bacall.

p.s. una cosa che ho iniziato a idolatrare di Paul Newman, e che ricerco sempre nei suoi film, è il primo piano dei suoi occhi azzurri e il modo che ha di baciare, stringendo la moglie con il braccio dietro le spalle. Da rimanerci!

1) La lunga estate calda
 Non potevo non partire dal film nel quale è sbocciato il loro amore. Il titolo originale è Long hot summer, ed è un film sentimentale del 1958, diretto da Martin Ritt, con Paul Newman, Joanne Woodward, Orson Welles, Anthony Franciosa ed Angela Lansbury.

TRAILER ORIGINALE:

La trama in breve:


Il giovane Ben Quick arriva in una cittadina del Mississippi dove praticamente tutto è in mano al signor Will Varner, al quale intende chiedere di poter lavorare nella sua terra. Il ragazzo porta con sè la nomea di essere una calamita per i guai e un incendiario, e quando arriva a Casa Varner, viene assunto dal figlio del proprietario che era in quel momento assente. Varner è un uomo di mezza età, vedovo (però legato da una relazione con Minnie Littlejohn una donna del paese), e ha due figli: il primogenito Jody che il padre considera senza spina dorsale, sposato con Julia che invece è piena di vita e per questo piace al suocero, e una figlia di nome Clara, nubile, dal carattere molto forte e indipendente. Entrambi i figli si dimostrano urtati dalla presenza e dai modi di Ben, che invece ottiene una chance dal padrone di casa. Varner ben presto si accorge delle capacità di Ben, e lo promuove come venditore nel suo emporio, cosa che indispettisce sia Jody che Clara. La ragazza da diverso tempo prova un sentimento per Alan Stewart, fratello della sua amica Agnes, che è un gentiluomo che vive con la madre, il quale però non si decide ad avanzare proposte verso di lei, mentre si troverà ad affrontare il combattuto sentimento nascente per Ben che la provoca in continuazione.
Foto del film
CHICCHE:
Il film è basato su 3 romanzi di William Faulkner, "Spotted Horses" del 1931, il racconto breve "Barn Burning" del '39 e The Hamlet sempre del '39

Il regista Martin Ritt, che era stato assistente di Elia Kazan all'Actor Studio, per questo film prende attori in gran parte usciti dalla scuola di Lee Strasberg (oltre a Newman anche la Woodward, Franciosa e la Remik). Paul Newman viene ceduto in prestito dalla Warner Bros alla 20 Century Fox per la cifra di 75.000 dollari.

Le riprese del film sono iniziate nel 1957 a Clinton, vicino Baton Rouge in Louisiana e si sono concluse a dicembre. Un mese dopo, l'amore nato sul set del film tra Paul Newman e Joanne Woodward viene ufficializzato con il loro matrimonio a Las Vegas.

Orson Welles aveva 42 anni mentre doveva interpretare un uomo 20 anni più vecchio, quindi su di lui è stato usato un makeup molto pesante e addirittura un naso finto. Insofferente per il caldo tremendo e a causa del suo temperamento, si scontra spesso con il regista per discutere le sue scelte e le battute del suo personaggio (ispirato al dispotico patriarca del film La gatta sul tetto che scotta uscito 5 mesi prima, di cui parlerò nella seconda parte della full-immersion).

Angela Lansbury aveva la stessa età di Paul Newman e interpreta invece una donna più matura, che fa da compagna al padre di Clara. La Lansbury in un'intervista del 2001 ha dichiarato che il ruolo di Minnie in La lunga estate calda è stato il più sensuale che abbia mai interpretato.

Il film in tutto è costato 1 milione e 645 mila dollari.
Per questo film Paul Newman vince la palma d'oro a Cannes come Migliore attore.
Foto dal set
Gli occhi di Paul e forse due dei più stupendi baci mai visti in un film

QUOTES:
Agnes: Trovati un cavaliere? Il mio telefono la settimana scorsa ha suonato una volta sola. E un uomo con una bella voce profonda dice "Le interesserebbe acquistare a rate l'enciclopedia britannica?"
Clara: Bè dai andiamo di sopra, che ti cambio pettinatura. Ti tirerà su.
Agnes: Clara ho già fatto tre permanenti negli ultimi tre mesi, ho tutte le radici che si spezzano. E' snervante avere tanto tempo da perdere. Come vorrei dover correre a casa a fare il pranzo per un bel maritone. Poi fare il bagno ai bambini. Aspettare lui con le orecchie tese verso la porta e pensare a quello che porterà la notte. Perchè non ci saranno uomini per tutte?
Clara: No gli uomini ci sono, è che scarseggiano quelli in gamba.

Jody Varner: Quanti siete in famiglia?
Ben Quick: Siamo tutti qua.
Jody: Bè in generale più braccia ci sono...
Ben: Io mi arrangio con queste due

Ben: Si tolga questa roba Miss Clara perchè ora io la bacio; le farò vedere quanto è semplice: soddisfi me e io soddisferò lei.

Clara: Lei ha delle idee balorde su di me. Non sono più un coniglietto tremante pieno di repressi desideri insoddisfatti.
Ben: Davvero?
Clara: Si davvero! Io sono una donna fatta, intelligente e inoltre niente affatto brutta. E conto di vivere benissimo anche senza bisogno del suo aiuto.
Ben: Insomma è proprio un'attaccabrighe.

Ben: Vuol dire che mi butta via? Che rifiuta la mia mano e il mio cuore?
Clara: E' troppo uguale a mio padre per piacermi. E come lui me ne basta uno.
Ben: E' un vecchio formidabile.
Clara: Naturalmente lupo non mangia lupo. Rinunciai a lui quando avevo 9 anni e rinuncia a lei quando la guardai nei suoi gelidi occhioni azzurri.
Ben: Ha visto bene i miei occhi. Bene mi accorgo che non le piaccio, però lei mi dovrà prendere per amore o per forza.

Clara: Signor Quick io sono un essere umano, lo sa che significa? Significa che ho attribuito un valore a me stessa, ed è alto, molto alto. La cosa potrà anche sorprenderla ma io ho moltissimo da offrire, tante cose che ho accumulate in me tutti questi anni. Cose come l'amore, la comprensione, l'umorismo, il buongusto e la buona cucina. Io sono preparata ad essere l'araba fenice per qualche fortunato o perlomeno la migliore delle mogli che un uomo desideri avere accanto.  Questa è la storia di un essere umano, una storia che non può essere comprata o venduta. E non sarà certamente ceduta al primo estraneo di passaggio.
Ben: E va bene allora scappi, e senza fermarsi mai, faccia un biglietto per un treno qualsiasi e sparisca subito. E allora forse, forse badi, sarà al sicuro da me.

Will Varner: La Vita mi piace… mi piace talmente che potrei campare in eterno! 

CLIP:
 

Il ritorno di Will Varner


Nel portico

video
Prima di dormire


Baci all'emporio

video
Picnic
video

Finale


2) Il mio amore con Samantha 
Il titolo originale è A new kind of love ed è un film del 1963, diretto da Melville Shavelson con Paul Newman, Joanne Woodward, Thelma Ritter e Maurice Chevalier.
TRAILER ORIGINALE:
La trama in breve:  Samantha, che tutti chiamano Sam, è una giovane disegnatrice di abiti che di notte và in giro a spiare le vetrine dei negozi di lusso per copiare gli abiti da rivendere a prezzi più economici nel grande magazzino per cui lavora. Il suo capo decide di portarla insieme alla sua collaboratrice Lina, a Parigi per vedere gli abiti delle grandi case di moda da copiare. Steve è un giornalista sportivo che ha un debole per le donne e per questo trascura la propria rubrica. Quando il capo scopre il suo flirt con la propria moglie, non potendolo licenziare lo spedisce nell'ufficio di Parigi. Sull'aereo conosce Sam ma la scambia per un uomo. Giunti a Parigi iniziano a vedere delle sfilate, e durante la festa di Santa Caterina, quando le donne nubili sopra i 25 anni chiedono aiuto alla Santa per trovare un marito, Sam decide di cambiare il proprio aspetto e conquistare proprio l'uomo che l'aveva scambiata per un ragazzo. Però lui non solo non la riconosce ma per un malinteso la crede una prostituta e gli viene l'idea di intervistarla per scrivere le sue avventure sul giornale.
CHICCHE:
La canzone dei titoli di testa è  "You Brought a New Kind of Love to Me" cantata da Frank Sinatra, e poi ricantata da Chevalier durante il film. 

Il film riceve due nomination agli Oscar del 1964, Migliori costumi per Edith Head e Miglior colonna sonora, anche se purtroppo non ne vincerà nessuno.

Si tratta di una commedia che per gran parte del tempo tratta di moda e non a caso gli abiti per questo film sono realizzati da Edit Head.
Alcuni degli abiti di Samantha

Gli abiti delle spogliarelliste


A destra l'abito indossato da Eva Gabor.
Gli abiti di Paul Newman


CHICCHE: nel film ci sono due riferimenti a dei film con protagonisti proprio gli attori dei film.
Il primo è involotario e profetico, perchè Paul Newman risponde al suo capo che lo sta mandando a Parigi e che gli ha detto che può anche ammazzarsi là, "Però sarebbe un bel modo per andarsene", in inglese What a way to go, e proprio l'anno seguente a questo film Paul Newman interpreterà accanto a Shirley MacLaine il film che si intitola "What a way to go", in italiano La signora e i suoi mariti.
L'altro riferimento è di Chevalier che quando inizia la sua canzone, dice "I remember it well" che è il titolo della canzone che ha cantato in Gigi nel 1958 (qui potete trovare il post che ho scritto sul film). 
 
A metà degli anni '50 Billy Wilder aveva pensato di realizzare un film molto simile con Yul Brynner ma non ci era riuscito.

Foto sul set
Primo piano pazzesco degli occhi di Paul e il super bacio con l'abbraccio

QUOTES:
Felicienne: Deve assolutamente fare un brindisi con dello champagne nel momento in cui arriva in Francia
Samanta: Alle 6 del mattino preferirei del succo d'arancia
Felicienne: Oh cara, a Parigi l'unico succo d'arancia che si serve è quello con l'anatra arrosto dentro.

Samantha: Accidenti, cos'è questo profumo?
Lena: Si chiama "il mio peccato" e spero sia una premonizione.

Lena: Questa è Parigi. Guarda fuori dalla finestra. Questa non è una città, sono 300 km quadrati di pozione d'amore. E una ragazza dovrebbe approfittarne. 
Samantha: Grazie ma no grazie, ci ho già provato una volta. Una volta ero innamorata, molto innamorata. E mi sono ritrovata con un calcio nello stomaco. E' in quel momento che ho deciso che avrei dimostrato agli uomini di non aver più bisogno di loro. Forse un giorno quando mi sarò realizzata, allora penserò a sposarmi.
Lena: Quanti anni hai?
Samantha: Non importa.
Lena: "Non importa" sono già tanti. Hai presente il palazzo del Daily News a New York? All'entrata, vicino all'orologio c'è inciso nella pietra "E' più tardi di quanto crediate". Da quando l'ho letto compro solo l'Herald Tribune.

Steve (dopo una notte di bagordi): Penso che da qualche parte nella Bibbia ci sia scritto che la ricompensa della virtù è la virtù stessa. Per il resto di noi è il Bromo Selzer

Lena: Mi dica la verità, è innamorato di lei?
Steve: Lo vuol proprio sapere. Va bene, si! Deve essere un nuovo tipo di amore. Dovrebbe essere imbottigliato e venduto per una stupidità immediata. 

CLIP:
 
video
Sull'aereo

 
video
CLIC-CLIC
video
Finale: spoiler alert

3) Missili in giardino
Il titolo originale è Rally round the flag, boys!, e si tratta di una commedia del 1958 diretta da Leo McCarey con Paul Newman, Joanne Woodward e Joan Collins.
TRAILER ORIGINALE:
La trama in breve: Harry ha una moglie di nome Grace e due bambini, e vive a Putnam una piccola cittadina degli Stati Uniti. Grace è molto impegnata socialmente, appartiene a tutti i comitati della città, e il marito si sente un po' trascurato. In tutto questo, la loro amica e vicina di casa Angela, trascurata a sua volta dal marito, fa la provocante con Harry. Giunge la notizia che a Putnam verrà installata una base missilistica e per questo i cittadini in allarme decidono di fondare un nuovo comitato per salvare la città, affidando la presidenza a Grace. Questa a sua volta incarica suo marito Harry di recarsi a Washington al Pentagono, per far sentire le lamentele dei cittadini. I guai per Harry sono solo all'inizio, perchè sia Angela che Grace hanno avuto la stessa idea di sorprenderlo nella sua camera d'albergo 

CHICCHE:
Il film è basato sul romanzo omonimo del 1957 di Max Shulman. 

Il titolo originale deriva dalla canzone patriottica americana Battle Cry of Freedom 

Per la parte di Angela in un primo momento si pensò a Jayne Mansfield ma alla fine fu preferita la Collins. La Mansfield era l'attrice che la 20 Century Fox aveva preso per sostituire Marilyn quando si trovava nel suo periodo più nero, infatti anche lei era una bionda platino tutta curve, che tuttavia non riuscì a reggire il confronto con la Monroe. Newman e la Woodward dissero al regista che la Mansfield sarebbe stata una scelta troppo scontata di Angela come mera donna provocante, mentre il personaggio avrebbe dovuto avere un tocco di classe e un malizioso senso dell'humor, due caratteristiche invece presenti in Joan Collins, loro amica, e così fecero il suo nome al regista.
Le mise di Joan Collins
Il bozzetto e la vestaglia indossata da Joan Collins

Nel film c'è una storia parallela a quella di Harry Grace e Angela, e riguarda la babysitter dei Bannerman, Comfort Goodpasture, che si confronta per la prima volta con l'attrazione per i ragazzi, in particolare per Grady Matcalf, un giovanotto che nei modi e nel look imita Marlon Brando nel film Il selvaggio del 1954.
Foto sul set

L'immancabile primo piano degli occhi di Paul e il bacio con Joanne Woodward

QUOTES:
Harry: Io sono un marito felice, ho una bella casa, una moglie felice, due bambini felici, non potrei essere più felice. Sono veramente felice. Oddio, se qualcuno fosse infelice, tu potresti sicuramente renderlo felice. Voglio dire che sei molto attraente, poi con questo profumo. 
Angela: Grazie.
Harry:  Vedi se io non fossi felice, allora non ci sarebbero proprio discussioni. Tu potresti... farmi...  capisci quel che voglio dire?(Angela ferma la macchina) Oh, io non ho voluto dir niente. Angela te lo assicuro!
Angela: Magari Harry.
Harry:  Stiamo aspettando il verde o cosa?
Angela: No Harry, siamo arrivati alla casa della felicità.
Harry: Oh si sono arrivato.

Grace: Ha che età incominciasti a vedere questi film immaginari?
Harry: Nel mio cinematografo? A cinque anni. Te l'ho detto un milione di volte. Quando ero bambino erano quasi tutti western. Verso i 14 anni cambiò la produzione. Harry Bannermen in Lo schiaffo, con Jean Harlow. Naturalmente nella mia versione io la portavo via a Clark Gable, e non era poco se consideri che ero alto appena un metro e trenta.

Generale: Quella strega lì semina zizzania. Vorrei metterle sotto una bomba.
Harry: Avete detto?
Generale:Ho detto che le metterei una bomba sotto i piedi. Vada a casa e prenda una scopa, anzi strega com'è che ci salti sopra!
Harry: E' mia moglie. 
Generale:Che ci... ah perbacco se è telegenica.

CLIP:
 


You Might Also Like

0 commenti