Varie: Cosa c'era in TV - What's my line

sabato, gennaio 30, 2016


What's my line (che tradotto sarebbe "Qual è la mia battuta)  è uno show televisivo americano andato in onda sul canale CBS dal 1950 al 1967 (anche se dopo la cancellazione proseguì sul altri network con altri presentatori fino al 1975). Il programma veniva trasmesso la domenica alle 22.30.
A presentare il programma era John Daly, mentre a costituire il Panel, ovvero il tavolo dei concorrenti, c'erano quattro persone appartenenti al mondo dello spettacolo, non solo attori ma anche critici e giornalisti.
Bennett Cerf l'editore e co-fondatore della Random House; 
la giornalista Dorothy Kilgallen, curatrice della rubrica Voice of Broadway, che morì nel '65 in circostanze misteriose, pare a causa delle sue aspre critiche contro la commissione Warren sull'omicidio di John Kennedy;
l'attrice Arlene Francis, che di recente ho visto nel film con Doris Day e James Garner Quel certo non so che (di cui ho parlato qui) ed è stata l'unica panelist che ha partecipato allo show per tutti i 25 anni della sua durata;
il quarto era un ospite a rotazione, anche se molte volte apparì il marito della Francis Martin Gabel (con ben 112 presenze). Altri panelist degni di nota sono stati sicuramente un giovane Woody Allen, David Niven, Anthony Perkins e Tony Randall.
Da sinistra: Bennett Cerf, Arlene Francis, Dorothy Kilgallen e Martin Gabel
Nella prima parte dello show i concorrenti dovevano indovinare il mestiere di un ospite facendogli delle domande a turno, mentre la parte sicuramente più interessante era il round finale chiamato "Mistery guest": i 4 panelist erano bendati (con le mascherine  che si usano per dormire) 
dopodichè all'invito del presentatore ""Will you enter, Mystery challenger, and sign in please!"" entrava nello studio la celebrità che firmava su una lavagnetta e si accomodava accanto a lui (i concorrenti in base alla reazione del pubblico riuscivano a capire la notorietà del personaggio). Per dare via al gioco il presentatore ricorreva sempre alla stessa frase "One question at a time, in turn, moving clockwise. And we'll begin things with..." ovvero Una domanda per turno e in senso orario, iniziando sempre con un concorrente diverso, e potevano solo fare domande che richiedevano un si o un no, e quando ricevevano il no si passava al concorrente successivo e venivano scalati 5 dollari. Quando si arrivava a 50$ o finiva il tempo a disposizione senza che avessero indovinato il personaggio, veniva loro chiesto di togliersi le mascherine e scoprire chi fosse. Il presentatore poteva girare per 10 volte il contatore del premio in palio ediceva "Ten flips and they are a flop!"
Siccome i personaggi del cinema o della musica avevano voci molto riconoscibili (basta pensare alla voce profonda di Lauren Bacall, o quella nasale di Elizabeth Taylor) questi ricorrevano ai più disparati espedienti, come per esempio gli uomini che facevano la voce da donna (Sean Connery e Paul Newman) o viceversa, o che rispondevano in una lingua diversa per confondere i concorrenti (ad esempio Barbra Streisand che parla in italiano).
Anche alcune celebrità italiane presero parte allo show in quanto conosciute a livello internazionale, come Virna Lisi, Sophia Loren, Gina Lollobrigida e Claudia Cardinale.

La cosa che mi ha colpito di questo show è sicuramente il fatto di vedere il lato vero degli attori (alcuni davvero simpaticissimi, soprattutto quelle attrici considerate divine e inavvicinabili) ma anche la sconfinata conoscenza di questi panelist per quanto riguardava il mondo dello spettacolo: sapevano tutti i film e gli spettacoli in uscita, nonchè le filmografie di tutti gli attori (sarebbe il lavoro dei miei sogni). Il momento più divertente è senz'altro quando, una volta capito chi è il personaggio, pongono una domanda estremamente mirata.
Lo show ha vinto 3 Emmy Award come Miglior Quiz televisivo e inoltre nel 1962 ha vinto un Golden Globe per Miglior Show dell'anno.

Qui di seguito metto quelli a mio parere più belli e divertenti, riportando anche le domande che mi sono piaciute di più.


STAR DELLA MUSICA
JUDY GARLAND (min. 15): a causa della sua voce molto riconoscibile risponde suonando un campanello, infatti quando le chiedono se il motivo per cui non parla è perchè la sua voce è troppo famosa a rispondere è il pubblico con un fragoroso applauso, e infatti sul finale dicono quella voce può essere di una sola donna al mondo: Judy Garland

BARBRA STREISAND (da 16.50): Per mascherare la propria identità risponde parlando in italiano; nel finale le viene chiesto se andrà in onda quella settimana con uno special in televisione, e quindi che è la inimitabile Barbra Streisand.



LIZA MINELLI (da 16.51): risponde con un esagerato accento del Sud, le chiedono se ha qualche parente nel mondo dello spettacolo e lei risponde "Kind of" (all'incirca, infatti è figlia di Judy Garland e del regista Vincente Minnelli). Alla fine le domandano Sua madre è una delle più grandi cantanti del mondo? Credo che abbiamo capito tutti chi è, Liza Minnelli!

PAUL ANKA (dal min. 14.52): Qui il cantante era molto giovane ma già famosissimo, infantti cammuffa la propria voce imitando Louis Armstrong.

LOUIS ARMSTRONG: il musicista risponde mugugnando per non far riconoscere la sua famosissima voce, e la domanda finale è Suona per caso uno strumento e il suo soprannome è Satchmo?

ATTRICI

ELIZABETH TAYLOR: per non farsi riconoscere fa una voce incredibilmente acuta; le chiedono se è legata a qualche Studio e lei risponde "Si ce n'è uno a cui sono terribilmente affezionata (la M.G.M. per la cronaca)"; poi le chiedono "E' una signora che ha molto talento e che fa teatro?" e lei "Grazie per avermi chiamato signora e grazie per il talento, ma no". La domanda di chiusura è suo marito è Michael Wilding? Allora lei è la splendida Elizabeth Taylor

LAUREN BACALL (dal min. 16): l'attrice risponde in francese; Alla domanda "Siete una ragazza affascinante?"  è il conduttore a rispondere Yeah! E infine le chiedono "Se è sposata con un famosissimo e bell'attore, e se "E' qui a New York per promuovere il suo ultimo film in cui insegna alle donne americane come sposare un milionario? Siete l'eccezionale attrice Lauren Bacall?"

DEBBIE REYNOLDS (da 17.51): è veramente simpaticissima perchè ci mette un sacco a rispondere, con giri di parole che alla fine non dicono nulla. Come ultima domanda le viene chiesto se di recente è finita sui giornali insieme al Re del Belgio (infatti aveva fatto da guida al Re durante la sua visita gli studios della MGM) e lei risponde "No non sono mai stata in Belgio..." e fa un discorso fiume che conclude improvvisamente con "Si conosco il re". E Arlene dice: "Io credo che sia la talentuosa e attraente giovane attrice Miss Debbie Reynolds".

JANE FONDA (dal min. 18.23): tra i panelist c'è un giovane Woody Allen; l'attrice risponde con un accento tedesco; dopo averlo dedotto dalla domanda precedente Woody Allen dice incredulo: "E' bellissima e sposata con un francese?" e la Francis: "Non credi sia possibile?" e Allen: "Non conosco nessuna bellissima sposata con un francese." A quel punto è Arlene Francis a indovinare: Suo marito è per caso Vadim? Allora lei è Jane Fonda!

DEBORAH KERR: alla domanda "Sta mascherando la sua voce?" risponde "Mi ha fatto una domanda molto personale ma devo risponderle si." e sul finale le chiedono "E' forse la protagonista di una scena in riva al mare in Da qui all'eternità? (Uno dei baci più famosi della storia del cinema).

MARGARET O'BRIEN (dal min. 19.33) : nel panel c'è l'attore  Peter Ustinov e anche se non indovinano è stato molto divertente. Le chiedono "Ha detto che è una ragazza giovane e che è nello spettacolo da 10 anni, ha iniziato da piccola?" e lei "Si ma ora sono più vecchia." Infatti l'attrice era nel cinema dall'età di 7 anni, quando prese parte al film Incontriamoci a Saint Louis (di cui ho parlato qui)

DORIS DAY (dal min. 15.37): fa una voce davvero acutissima. A lei ho dedicato due post, qui e qui  


NATALIE WOOD (da 18.50): Le chiedono se è nata al di fuori degli Stati Uniti e lei risponde " Nella mia testa si, ma nella realtà no". La domanda finale è se era stata da poco all'Università di Harvard, e infatti la rivista satirica del college, il Lampoon, le aveva assegnato il premio come Worst Actress of Last Year, This Year and Next (Peggior attrice dello scorso anno, di questo e di quelli a venire) e lei aveva sorpreso tutti comunicando che sarebbe andata a ritirarlo personalmetne. Nel suo discorso scherzò sul fatto che appena due anni prima era stata nominata agli Oscar come Migliore attrice per il film Splendore nell'erba.

JUNE ALLYSON (da 17.36):  l'attrice di Piccole donne (di cui ho parlato qui) fischia invece di rispondere con la propria voce, rauca e molto riconoscibile. Alla domanda "E' sposata con Dick Powell?" (suo marito) scoppiano tutti a ridere.



GINGER ROGERS (da 14.38): Quando il panelist Bennet Cerf pensa di averla riconosciuta le chiede se per caso ha una ciocca dei suoi capelli a casa sua? E alla risposta affermativa, interviene la Francis per dire che ha capito che era la cugina di Cerf (infatti lui aveva sposato Phyllis Fraser cugina della Rogers).

MENZIONI SPECIALI PER I LOOK DA DIVA:

GREER GARSON (inizia a 17.33): qui sembra un po' Crudelia Demon che fuma la sigaretta con il bocchino; maschera la propria voce con un accento nordico. Tra i panelist c'è anche l'attore Orson Welles, e anche se alla fine non sono riusciti ad indovinare che fosse lei, vale la pena vederlo per il suo modo di rispondere.


JOAN CRAWFORD (da 16.46): fa una voce molto acuta, Bennett dice che una reazione tanto esaltata del pubblico può voler dire solo che lì c'è un'attrice dal fascino con la F maiuscola. Le chiedono se è per caso direttore di una multinazionale e lei risponde di si (infatti è stata direttrice della Pepsi-Cola Company). 


GLORIA SWANSON (min. 16): questa è la prima apparizione di Gloria Swanson dopo il suo ultimo film di un paio di mesi prima Viale del tramonto, ed è anche la prima apparizione nello show di Bennet Cerf come panelist.


MAUREEN O'HARA:  All'attrice viene chiesto se per caso è bionda, al suo no Bennett risponde "Deduco che sia mora" e al suo ennesimo no la Francis dice "E' Yul Brynner? (che era calvo) Comunque vuol dire che è rossa o con i capelli bianchi, e mi sembra troppo allegra per averli bianchi"

AVA GARDNER: risponde sussurrando. Alla domanda finale le viene chiesto sarà prossimamente nel film Mogambo? Allora è Ava Gardner


OLIVIA DE HAVILLAND (min. 16.30):  l'attrice per non farsi riconoscere risponde in francese, e alla domanda "E' possibile che lei non sia davvero un'attrice francese?" la De Havilland risponde "C'est possible"

ATTORI


SEAN CONNERY: fa la voce da donna, la Francis chiede " Non è facile capire se è una donna o un uomo... ma immagino lei lo saprà di certo" e poi gli chiedono "Per caso è nel film con Sean Connery?" e a risposta affermativa chiedono se è mai stato l'agente segreto James Bond.


PAUL NEWMAN e la moglie JOANNE WOODWORD (da 17.27): una coppia meravigliosa, su cui scriverò sicuramente un post; la domanda finale è "State per andare a Israele dove si girerà il film Exodus? Allora siete Paul Newman e Joanne Woodword".


FRED ASTAIRE: il celebre attore/ballerino/cantante risponde canticchiando cose senza senso, è molto divertente. Come ultima domanda gli viene chiesto "Balla? E' famoso soprattutto per la sua danza? All'inizio della sua carriera si esibiva con sua sorella Adele? Allora è Fred Astaire".

YUL BRYNNER: All'inizio risponde fischiando, ad un certo punto gli chiedono se ha dei riccioli biondi? Il pubblico scoppia in una scatenata risata.

JAMES STEWART (dal min. 16): in giuria c'è il regista Joseph Mankiewicz (che per esempio ha diretto Eva contro Eva e Cleopatra); la domanda finale è Se ha prestato servizio nell'Aeronautica Militare Americana durante la 2a Guerra Mondiale e quindi è Jimmy Stewart. 
JACK LEMMON (da 18.50): fa la voce da donna (personalmente lo avrei riconosciuto ad occhi chiusi perchè fa la stessa voce del suo personaggio Daphne in A qualcuno piace caldo di cui ho parlato qui) e gli chiedono "Se è un'attrice del cinema?" tra l'ilarità del pubblico lui risponde "Beh facciamo progressi". Infine gli viene chiesto se ha girato un film con Marilyn Mornoe e quindi che è Jack Lemmon.
JAMES GARNER (14.40): Bennett gli domanda se appare in uno dei film in promozione in quel momento Mary Poppins, My fair lady o Tempo di guerra, tempo di amore, e lui risponde di si (era nell'ultimo) e quando Arlene chiede "Abbiamo mai lavorato insieme" lui risponde di si (infatti era dell'anno prima il film "Quel certo non so che")
 
ED WYNN: poichè la sua voce è famosissima, l'ospite risponde suonando il violino. Bennett pone come sua prima domanda "Dobbiamo pranzare insieme domani?" e alla risposta affermativa decide di squalificarsi e lasciare giocare gli altri panelist. Esilarante quando inavvertitamente Ed Wynn si tira il violino in faccia. E quando sul finale deve rispondere con la propria voce sebbene tenti di mascherarla ad un certo punto si tradisce facendo il suo verso caratteristico (acuto).

WALT DISNEY: Anzitutto fa effetto vederlo firmare, dato che tutti conosciamo il suo autografo che è diventato il marchio del suo Studio. Walt Disney risponde in tutte le lingue e nel panel c'è il comico Jerry Lewis. Bennett "Io credo di aver riconosciuto quella voce. E' per caso adorato da milioni e milioni di bambini e Jerry Lewis risponde "E' Gulliver!" e Bennett "Penso sia Walt Disney".

Nell'ultima puntata, del 1967, è stato il conduttore John Daly a interpretare la parte dell'ospite misterioso.

Infine nel film Disney "La Carica dei 101" fanno un omaggio a questo show, che però qui si chiama "Qual è il mio reato" e i giurati devono appunto indovinare il crimine commesso dal concorrente.

You Might Also Like

0 commenti